DETRAZIONI FISCALI PER GLI INTERVENTI DI RISPARMIO ENERGETICO

Da alcuni anni sono previsti degli incentivi fiscali per gli interventi di risparmio energetico e, anche per il 2019, sono state prorogate le condizioni di accesso ai benefici fiscali per l’efficienza energetica degli edifici (Ecobonus) e alle detrazioni per ristrutturazioni (Bonus Casa).


Interventi ammessi per gli incentivi e rispettive aliquote di detrazione

Nella prima fascia di interventi di ristrutturazione edilizia rientrano, come indicato nella tabella dell’Enea, i serramenti e gli infissi e va ad includere anche eventuali sostituzioni di cassonetti e controtelai nell’opera e nella spesa di intervento, che altrimenti non potrebbero essere detratti.

Procedura per la richiesta

Una volta svolti gli interventi di ristrutturazione edilizia, è necessario trasmettere per via telematica all’ENEA, le informazioni sugli interventi e la documentazione. I dettagli delle condizioni e dei termini sono consultabili all’indirizzo web http://www.acs.enea.it/ristrutturazioni-edilizie/.

Tipologie di interventi sulle singole unità immobiliari a cui spetta la detrazione

Gli interventi ammessi sono indicati nell’articolo 3 del Dpr 380/2001:

  • Manutenzione straordinaria
  • Restauro e risanamento conservativo
  • Ristrutturazione edilizia

Proprio tra gli interventi di manutenzione straordinaria vengono citati come esempio, nella guida ENEA, gli interventi di “sostituzione di infissi esterni e i serramenti o persiane con serrande e con modifica di materiale o tipologia di infisso” 1.

Il valore dell’intervento viene espresso in base alla riduzione della trasmittanza dei serramenti, comprensivi di infissi, che delimitano gli ambienti riscaldati, dall’esterno e dai vani freddi.

Proprio visto il livello di dettaglio con cui gli interventi vengono valutati e considerato che le norme prevedono di diventare via via più restrittive da qui al 2021, è bene decidere adeguatamente la tipologia e qualità di infissi che si vogliano installare.


L’isolamento del davanzale, oltre ai cassonetti e ai controtelai coibentati

Per completare l’isolamento del foro finestra ed eliminare totalmente i ponti termici, va fatta attenzione anche all’isolamento del davanzale o della soglia, per non vanificare quanto fatto dal cassonetto e dai controtelai coibentati. Per questa ragione De Faveri ha pensato di proporre, oltre ai monoblocchi completi, anche un nuovo prodotto, Kutt, un termo-davanzale imballato in kit singoli con tutto il necessario per isolare la soglia di porte o finestre in modo rapido ed efficace al tempo stesso.

Kutt è composto da una base e due listelli, in EPS ad alta densità e con conducibilità termica pari a 0.034 W/m2K, che grazie a guide e incastri sono facilmente montabili in cantiere e con il nuovo packaging in kit permette di evitare i tempi di attesa della produzione e può essere immagazzinato e utilizzato al momento di necessità, anche in interventi di ristrutturazione, senza dover rinunciare all’isolamento della base della finestra con rischi di problematiche di muffa e umidità, per un migliore comfort abitativo.


1http://www.acs.enea.it/

2https://www.agenziaentrate.gov.it/wps/file/Nsilib/Nsi/Agenzia/Agenzia+comunica/Prodotti+editoriali/Guide+Fiscali/Agenzia+informa/AI+guide+italiano/Ristrutturazioni+edilizie+it/Guida_Ristrutturazioni_edilizie_FEBBRAIO_2019.pdf

Ti è piaciuto? Condividilo sui social network

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest

Gli altri approfondimenti

Guarda il video

De Faveri presenta KUTT: tutta l’efficacia del 4° Lato DF ora in KIT disponibile presso i rivenditori autorizzati.

  • Immediato
  • Efficiente
  • Pratico
  • Conveniente

Vuoi maggiori informazioni?

Dove lo compro?

Scrivici per conoscere il rivenditore più vicino a te

PROFESSIONE
TIPO DI RICHIESTA
Dichiaro di aver ricevuto e letto l'informativa rilasciata da De Faveri srl ai sensi degli articoli 13 e 14 del Regolamento UE 2016/679 e rilascio il mio consenso al trattamento dei Dati Personali con la finalità di